Attività per la locazione

Numerose sono le attività svolte dall’agente immobiliare per raggiungere l’accordo tra le parti e per la preparazione della documentazione necessaria alla stipula del contratto di locazione.

  1. Predispone la lettera di incarico;
  2. propone le migliori soluzioni di locazione;
  3. Mette in relazione le parti per la conclusione dell’affare;
  4. Controlla l'identità personale delle parti che intervengono al contratto di locazione;
  5. Reperisce le planimetrie e le visure catastali;
  6. Consegna l’’attestato di prestazione energetica ( APE);
  7. Reperisce la documentazione condominiale e le informazioni sulle spese da sostenere;
  8. Consiglia la formula contrattuale più adatta a soddisfare anche esigenze particolari;
  9. Informa il cliente sugli aspetti tecnici, fiscali e normativi del contratto di locazione;
  10. Propone il prodotto Affitto Assicurato per meglio tutelare le parti coinvolte in un rapporto di locazione a condizioni esclusive.
    Il prodotto rimborsa: i canoni non percepiti dall’ inquilino fino ad un massimo di 12 mensilità, i danni arrecati all’ immobile e/o a beni mobili e/o le spese condominiali non versate dall’inquilino fino al valore massimo di 3 mensilità (sostituisce il deposito cauzionale), le spese legali sostenute per sfrattare l’inquilino moroso fino al valore massimo di € 2000
  11. Verifica l’osservanza delle norme in materia di antiriciclaggio, tracciabilità dei pagamenti di tutte le somme che intercorrono nel contratto;
  12. Redige e registra online il contratto di locazione.

Documenti per la locazione

Documentazione richiesta in copia al locatore:

  • carta di identità e codice fiscale, in corso di validità di tutti gli aventi diritto;
  • planimetria dell’immobile oggetto della locazione;
  • atto di acquisto e/o della visura catastale;
  • certificato di Abitabilità/Agibilità;
  • certificazioni impianti elettrico/idrico e gas e copia libretto della caldaia;
  • Ultime bollette gas, elettricità e acqua;
  • attestato di prestazione energetica;
  • elenco del mobilio e dell’arredo se presente;
  • per immobili in condominio: spese condominiali, regolamento condominiale, generalità e telefono dell’amministratore;
  • superficie locativa (mq calpestabili): obbligatoria per i contratti di locazione ad uso abitativo a canone convenzionato (L. 431/1998 art. 2 comma 3,art. 5 commi 1 e 2), contratto “3+2”, contratto per studenti universitari, contratto transitorio.

Documentazione richiesta in copia al conduttore:

I documenti in capo al conduttore, differiscono in base alla tipologia di contratto di lavoro che lo caratterizza.

Per lavoratore subordinato:

  • carta di identità e codice fiscale, in corso di validità
  • ultime due buste paga e CUD (Certificato Unico Dipendente)
  • carta di identità e codice fiscale, in corso di validità, di eventuali conviventi

Per lavoratore autonomo:

  • carta di identità e codice fiscale, in corso di validità
  • carta di identità e codice fiscale, in corso di validità, di eventuali conviventi
  • ultimo modello UNICO
  • visura camerale

Inoltre per conduttori extracomunitari: titolo di soggiorno in corso di validità

Attestato di prestazione energetica (per la locazione)

- Decreto legislativo n. 192 del 19 agosto 2005 sull'efficienza energetica degli edifici - commi, il 7 e l'8 dell'art.1
- Decreto legislativo del 23 dicembre 2013 n. 145 poi convertito in legge 21 febbraio 2014 n. 9

Che cos'è l'Ape e a cosa serve?
L'APE (attestato di prestazione energetica) è un documento che certifica le caratteristiche energetiche di un immobile e le sintetizza, con una scala che va da A+ fino a G.

Quali obblighi ha chi affitta per quanto riguarda l'attestato di prestazione energetica?
Chi affitta ha l'obbligo di produrre l'attestato di prestazione energetica sin dal momento dell'annuncio, in caso contrario può incorrere alle seguenti sanzioni: Annunci pubblicitari: negli annunci di locazione, dove non viene riportato l'indice di prestazione energetica dell'unità immobiliare e la classe energetica corrispondente, "il responsabile dell'annuncio" è punito con una sanzione amministrativa non inferiore a 500,00 € e non superiore a 3.000,00 €.

Contratto di locazione:
nel contratto va inserita apposita clausola , con la quale “il conduttore” dichiara di aver ricevuto dal locatore tutte le informazioni e la documentazione in ordine all’attestazione della prestazione energetica”, pena l'applicazione di una sanzione pecuniaria in solido tra le parti da 1.000,00 € a 4.000,00 €

Le parti possono concordare di fare a meno dell'APE?
No, i contratti di compravendita o di locazione privi di attestato di prestazione energetica sono sottoposti a sanzione.

Proposta di locazione

La proposta di locazione è la dichiarazione del potenziale “conduttore” di voler prendere in locazione un certo bene a un determinato prezzo, attraverso un modulo prestampato fornito dall'agente immobiliare e regolarmente depositato presso la Camera di Commercio. Alla firma della proposta di locazione si versa una somma di denaro a titolo di ''deposito fiduciario'' che assume valore di caparra con l’accettazione della proposta stessa da parte del “locatore/proprietario” portata a conoscenza del “conduttore”. Una volta accettata la proposta, si procede alla stipula del contratto di locazione.

Contratto di locazione

Il contratto di locazione è un accordo scritto con il quale una parte “locatore ” si obbliga a far utilizzare un bene (sia mobile che immobile) all'altra “conduttore” per un dato tempo, in cambio di un determinato corrispettivo. La disciplina delle locazioni trova regolamentazione sia nel codice civile (artt. da 1571 a 1614 c.c.) sia nelle seguenti Leggi speciali: locazione ad uso abitativo - Legge 9 dicembre 1998, n. 431 e Legge del 27 luglio 1978, n. 392; locazione ad uso commerciale - Legge del 27 luglio 1978, n. 392, articoli da 27 a 42.

Scarica la brochure del prodotto Affitto Assicurato

 

Ricerca immobili